Continuando ad usare questo sito dai il consenso all’uso dei cookies

Luoghi di interesse

Cortile interno di Villa Pozzi

Entrando dalla portina che dà su via Manzoni, si accede al cortile interno del grande complesso secentesco costituito dalla Villa Gadda (già Testori De Capitani) e dalle dipendenze strettamente legate al centro storico del paese,  con l’ampio parco degradante verso il lago, con splendida veduta dei monti oltre la riva bergamasca.

La villa è un  lungo edificio a due piani con finestre rettangolari ritagliate nella superficie degli intonaci con bel motivo a balaustra sopra l’ingresso, con parapetti in ferro battuto.

Il lungo colonnato del portico accompagna chi entra nel cortile a scoprire mobili antichi e dipinti che testimoniano il gusto dei proprietari. Notevole il ciclo di affreschi che Cherubino Cornienti  realizzò nella volta del salone a pianterreno e raffiguranti 5 bozzetti sui fasti di Prometeo.

Nel grande parco si trovano esemplari di cedri del Libano e Atlanticus, magnolie, sequoie, lecci, carpini, aceri. La portineria ottocentesca con belle decorazioni in cotto, è inserita all’estremo angolo a sud-ovest dello stesso.

Forte è sempre stato il legame che ha unito i Testori a Garlate. Veneziani, tessitori della seta, nel  1671 i Testori riscattarono Garlate, pagando 100 ducati d’oro al re di Spagna.